Ricostruzione della Linea Frontale

Micropigmentazione dello scalpo
Ottobre 26, 2016
Perdita dei capelli, accettazione psicologica e soluzioni.
Ottobre 28, 2016

Ricostruzione della Linea Frontale nella micropigmentazione

Il successo di un trattamento di Scalp Pigmentation dipende da diversi fattori, di cui parleremo ampiamente nei prossimi articoli. Uno dei più importanti è sicuramente la costruzione di una linea frontale adatta al paziente.

È essenziale che l’hairline sia armonica e dia un aspetto naturale. Vi sono diversi elementi che è essenziale che il tecnico tenga in considerazione, quali l’età del paziente, le caratteristiche morfologiche del suo volto, la sua etnia.

Ogni tecnico segue delle indicazioni e delle regole che lo possano guidare nella realizzazione della linea frontale e proprio per questo motivo è essenziale rivolgersi a un operatore esperto che sarà in grado di trovare un compromesso tra le aspettative del paziente e le regole essenziali per l’ottenimento di un risultato ottimale.

Scelta della Linea Frontale

Fotografia di HIS Hair Clinic

Seguire la linea frontale del paziente

Nel caso in cui l’hairline del paziente sia conservata e visibile, è consigliabile che il tecnico vi faccia riferimento al momento della ricostruzione. Qualora il paziente desideri abbassarla, è essenziale che ciò venga fatto tenendo in considerazione i parametri di cui abbiamo parlato precedentemente.

È importante ricordare al paziente che è sempre possibile abbassare la linea frontale in un secondo momento, adottando inizialmente un approccio conservativo. Sia che si scelga di sottoporsi a un trattamento permanente, sia che si preferisca invece una soluzione temporanea, non si ha la possibilità di rimuovere a breve termine i risultati del trattamento.

 

 

Linea frontale spezzata e sfumata

Le cosiddette broken hairlines rappresentano la soluzione migliore nella maggior parte dei casi. Questa procedura implica la disposizione dei micro-depositi puntiformi di pigmento evitando la realizzazione di una linea netta e definita, che risulterebbe innaturale.

Il tecnico posiziona alcuni puntini al di sotto della linea frontale stessa seguendo l’immagine mentale di una sorta di “fiore”.

Alcuni tecnici lavorano a stretto contatto con importanti chirurghi esperti di trapianto di capelli. Questo elemento rappresenta un valore aggiunto poiché una delle fasi fondamentali di un trapianto è rappresentata dalla realizzazione della linea frontale seguendo proprio questo principio.

Un’altra opzione è data da una linea frontale sfumata. Realizzata dal tecnico depositando una quantità inferiore di pigmento, è richiesta soprattutto dai pazienti norwood 6/7 o affetti da alopecia totale, che quindi non hanno conservato la propria linea frontale, che per la prima volta si accostano a questa tecnica.

Questo risultato è ottenuto dall’operatore “scaricando” il dermografo nella zona del mid scalp e, solo dopo aver rimosso la maggior parte del pigmento, avvicinandosi alla linea frontale per ottenere un effetto molto soft.

 

Linea frontale marcata

Richiesta generalmente da pazienti di origini afro-americane e asiatiche, sta prendendo sempre più piede anche tra i giovani di razza caucasica. Come già ribadito, è essenziale che il tecnico trovi un compromesso tra le richieste del paziente e le regole fondamentali necessarie per ottenere un risultato naturale.

 

Lascia un commento